Energia

Consumi, i vantaggi di un’abitazione in classe energetica A

Contenuto curato da energetico

Spesso ci chiediamo quanto consumino le nostre abitazioni, poiché abbiamo compreso bene quanto sia urgente intervenire ponendo in atto comportamenti virtuosi anche nel privato che siano in linea con i moderni diktat di tutela ambientale e riduzione dell’inquinamento. Ecco perché, soprattutto quando arriva il momento di comprare una casa, è importante sapere quale sia la relativa classificazione energetica. Più scenderà l’indice di prestazione energetica di un’abitazione, maggiori saranno il risparmio e la sostenibilità garantiti.

Le fasce vanno dalla lettera G fino alla lettera A

Le classi energetiche sono indicate con alcune lettere dell’alfabeto: si va a ritroso dalla G (è la peggiore, relativa a fabbricati obsoleti e decadenti) fino alla A, ulteriormente ramificata in A1, A2, A3 e A4 (siamo nel campo delle costruzioni moderne, hi tech e ricche di accessori smart). Vediamo quali sono i vantaggi di scegliere una casa con una classe energetica alta, sia in termini di investimento che di consumi. Oltre alle caratteristiche strutturali, faranno la differenza in termini di spesa nel quotidiano anche le utenze. Ecco perché sarà utile per esempio confrontare su Facile.it le offerte gas e luce. I portali come questo consentono di scegliere tra diversi partner – Iberdrola, Eni gas e luce, Iren ma non solo – ed effettuare una comparazione, mettendo in fila le offerte in modo da ottenere un risparmio in bolletta.

Una casa di classe A assicura efficienza, funzionalità e sostenibilità

Per poter entrare nella fascia A le abitazioni devono possedere e rispettare una serie di requisiti ben precisi, che ruotano attorno ai concetti di efficienza, funzionalità e sostenibilità. La riduzione degli sprechi, il rispetto della natura e delle risorse ambientali sono punti fermi: la loro unione consente di ridurre i costi nel quotidiano in maniera sostanziale. In che modo? Nelle case di classe A si utilizzano tecnologie all’avanguardia che consentono di monitorare e limitare dispersioni. Inoltre si possono controllare le emissioni di sostanze dannose nell’atmosfera. Devono essere rispettate le normative antisismiche e occorre progettare al meglio l’isolamento sia acustico che termico degli ambienti (focus su infissi e muri perimetrali). Una perfetta coibentazione consentirà di migliorare la qualità dell’aria – e quindi della vita – nei diversi ambienti, offrendo un clima piacevole in tutte le stagioni (mai troppo secco, freddo o umido).

Domotica, impianti smart e illuminazione

Una casa di classe A o superiore possiederà inoltre impianti per il riscaldamento e il raffrescamento all’avanguardia: un ulteriore tassello nel mosaico della riduzione degli sprechi. Anche gli elettrodomestici apparterranno alla categoria energetica A e un ruolo cruciale in relazione all’impianto di illuminazione sarà affidato alla tipologia di lampadine impiegate (quelle a risparmio energetico vanno ormai per la maggiore). La domotica è strettamente connessa alle case di fascia energetica alta: consente di monitorare al massimo ogni aspetto. Chiaramente ci sono anche tutta una serie di ulteriori caratteristiche accessorie, da valutare caso per caso, in grado di agire sul livello di benessere e comfort della casa a cominciare dal tipo di edificio o dalla sua ubicazione.

Così migliora la qualità della vita negli ambienti domestici

La casa che in classe energetica A offre molti vantaggi relativi al vivere quotidiano. Per prima cosa si resta sempre al riparo da spifferi e dispersione termica, le temperature nei diversi locali sono omogenee e i consumi energetici ridotti. La possibilità di ricorrere a sistemi per la produzione domestica di energia, sfruttando fonti rinnovabili, è poi un ulteriore asso nella manica che potrà innalzare la casa nell’olimpo della classificazione.

Il rientro dall’investimento fatto – l’acquisto della casa – potrà avvenire in tempi ridotti. Sempre in tema di affari e investimenti, sarà corretto osservare come un’abitazione che rientra in fascia A mantiene il suo valore più a lungo nel tempo: un aspetto interessante da valutare quando arriverà il momento di rivendere (i prezzi saranno sempre competitivi). E’ conveniente, dunque, comprare una casa di classe A: si tratta di una decisione a basso impatto ambientale e del tutto sostenibile. Il comfort assicurato alla famiglia, inoltre, non ha eguali rispetto alle case inserite nelle altre fasce. Una riqualificazione dal punto di vista energetico del proprio appartamento, con l’obiettivo di salire in una fascia superiore e più virtuosa, può anch’essa rivelarsi una scelta vincente sia nel breve che nel lungo periodo (al netto dei costi che sarà necessario sostenere per l’ammodernamento).

Lascia un commento