News

Smart building: un nuovo modo di concepire l’edilizia

Contenuto curato da energetico

Lo smart building è una struttura che utilizza processi automatizzati per controllare automaticamente le operazioni dell’edificio, tra cui il riscaldamento, la ventilazione, la climatizzazione, l’illuminazione, la sicurezza ed altri sistemi. Un edificio intelligente utilizza sensori, attuatori e microchip, al fine di raccogliere dati e gestirli in base alle funzioni e ai servizi di un’azienda. Questa infrastruttura aiuta a migliorare l’affidabilità e le prestazioni delle attività, riducendo il consumo di energia, ottimizzando lo spazio utilizzato e minimizzando l’impatto ambientale degli edifici. Per tale motivo, gli edifici più recenti, ma anche le strutture più vecchie che sono state convertite in smart building, sono in costante cambiamento. Possono dunque considerarsi organismi viventi, collegati ad una rete con software intelligenti e adattabili.

Al livello più fondamentale, gli smart building favoriscono anche il benessere degli occupanti, fornendo loro il comfort termico, una buona qualità dell’aria, la sicurezza fisica, i servizi igienico-sanitari e quant’altro a costi inferiori e con un impatto ambientale molto più ridotto rispetto agli edifici tradizionali.

Come specificato nel sito Lumi 4 Innovation, in tutto il mondo esistono diversi tipi di smart building: strutture sanitarie, ospedali, strutture educative, stadi e molti altri tipi di edifici intelligenti. E’ stato stimato che il mercato degli smart building genererà un fatturato globale di 8,5 miliardi di dollari nel 2020, con un tasso di crescita annuale previsto del 15,9%.

La creazione di uno smart building

Realizzare un edificio intelligente o rendere intelligente un edificio significa prima di tutto collegare i sistemi principali, come l’illuminazione, i misuratori di potenza, i contatori dell’acqua, le pompe di calore, gli impianti di riscaldamento e raffreddamento e gli allarmi antincendio con sensori e sistemi di controllo adeguati. In una fase più avanzata, anche gli ascensori, i sistemi di accesso e l’ombreggiatura possono diventare parte del sistema smart. Non esiste dunque un singolo insieme che costituisca ciò che è un edificio intelligente, ma ciò che tutti hanno in comune è l’integrazione. Molti nuovi edifici hanno una tecnologia intelligente e sono connessi ad una rete elettrica altrettanto intelligente.

I benefici

Creare o trasformare un edificio in uno smart building è vantaggioso per diversi motivi. Questi vantaggi vanno dal risparmio energetico ai guadagni in termini di produttività, ma soprattutto alla eco-sostenibilità. Strategie di costruzione intelligenti possono ridurre i costi energetici, aumentare la produttività del personale della struttura e migliorare le operazioni di costruzione delle strutture. Un esempio di efficienza energetica è l’uso ottimale degli impianti di riscaldamento e raffreddamento, che consente a tali sistemi di capire quando devono attivarsi in una determinata zona dell’edificio. Un’altra caratteristica è rappresentata dai carichi elettrici raggruppati in categorie, che si distinguono in: fondamentale, prioritaria e non essenziale. Quando il carico elettrico dell’edificio aumenta e si avvicina al limite massimo, i carichi non essenziali vengono disattivati ​​nel loro ordine di sottogruppo, seguiti dai carichi ad alta priorità.

Lascia un commento