Sostenibilita

5 consigli per riconoscere le aziende sostenibili

Contenuto curato da energetico

Se hai deciso di aprire questo articolo sicuramente sei interessato a capire come fare scelte sostenibili e, quindi, come si riconosce un’azienda realmente virtuosa. La prima cosa che devi sapere è che esistono realtà impegnate nel rispetto delle risorse terrestri e dell’equilibrio ambientale mentre ce ne sono altre che hanno un atteggiamento sostenibile solo di facciata. Non è facile individuare la differenza tra chi si impegna e chi finge per puro profitto ma con i nostri cinque consigli sarai finalmente in grado di fare acquisti realmente sostenibili.

Le scelte sostenibili passano anche dal packaging

In qualità di consumatore responsabile, quindi, hai il compito di promuovere le realtà che si impegnano davvero per proteggere il Pianeta, la salute dei consumatori e quella delle future generazioni seguendo l’esempio di alcune aziende come ad esempio Procter & Gamble. Ovviamente non ci riferiamo soltanto a ciò che le aziende producono ma anche a quali packaging decidono di adottare perché anche questi rientrano tra le scelte sostenibili di un’azienda. Un packaging sostenibile, infatti, può essere smaltito senza inquinare e viene prodotto riducendo l’impatto delle emissioni con metodi che si fondano sul riciclo e sull’utilizzo delle fonti di energia rinnovabile.

1. I criteri della sostenibilità

Per riconoscere un’azienda meritevole della nostra attenzione dobbiamo rifarci a quelli che sono chiamati “criteri della sostenibilità” che deve essere ambientale, sociale ed economica. Questo significa che la parola “sostenibile” non riguarda soltanto l’impatto ambientale della produzione di un’azienda ma anche gli effetti sociali ed economici. Quindi il primo importante parametro di giudizio è quello della “conformità alle norme”, ovvero allo scrupoloso rispetto delle leggi in materia di impatto ambientale, di riciclo e di utilizzo delle risorse di produzione. Sui siti aziendali di queste realtà trovi sempre informazioni in merito verificabili ed esposte in maniera chiara e trasparente.

2. Materie prime e risorse impiegate

Il secondo valore che puoi verificare riguarda la qualità e la quantità di risorse o materie prime impiegate per la produzione. In pratica occorre controllare il livello di emissioni e di rifiuti e quali comportamenti o decisioni assume l’azienda per compensare l’inquinamento che inevitabilmente produce. Anche questo genere di informazioni è spesso riportato sui siti web aziendali per cui trovi iniziative a sostegno del pianeta, l’acquisto di quote azionarie presso aziende che si occupano di riduzione dell’inquinamento e progetti simili.

3. Durata del prodotto

Un altro importante fattore da valutare per l’acquisto di prodotti di consumo presso aziende davvero sostenibili è il ciclo di vita del prodotto. Questo è l’arco di tempo dalla produzione allo smaltimento finale che, per alcune aziende, risulta essere una strategia di maggiorazione delle vendite. Se un prodotto dura meno, ovviamente, il consumatore è costretto ad acquistarlo più volte. Questo si traduce in maggiori emissioni e maggiore inquinamento. Al tempo stesso verifica se l’azienda ha a cuore la quantità di CO2 emessa nell’ambiente e se si serve di fonti di energia rinnovabile. Se non trovi queste informazioni puoi anche chiedere chiarimenti in merito al servizio clienti!

4. Impatto dell’azienda

Qual è l’impatto ambientale di un’azienda sull’ecosistema? È difficile valutare questo aspetto per le nostre scelte d’acquisto e, quindi, ti occorrerà spendere un po’ del tuo tempo per informarti. Per esempio sapevi che gli allevamenti di mucche per il latte produce un impatto sull’ambiente a causa del gas emesso per la digestione e la scomposizione del cibo. Ci avresti mai pensato?

5. Locale o globale?

Infine potresti imparare a guardare in che modo l’azienda cura i rapporto con la comunità locale presso cui ha sede, il clima di lavoro, le strategie di crescita e di profitto. Questo indicatore è difficile da rintracciare ma ci dice come l’azienda tratta il territorio, dove seleziona le materie prime e in che modo tratta collaboratori, partner e fornitori. È un dato molto importante che ti fornisce un’idea generale della condotta dell’azienda e che puoi verificare di persona all’interno del Codice Etico aziendale o consultando le iniziative promosse.

Lascia un commento