Ambiente

Esiste un periodo ideale per eliminare la muffa?

Contenuto curato da energetico

Anche per la muffa, c’è un periodo dell’anno più indicato per la sua eliminazione

C’è un periodo migliore dell’anno per eliminare la muffa? A questa domanda esiste una risposta ben precisa che è ‘si’. Anche se durante tutti i 12 mesi l’utilizzo di un antimuffa naturale è una pratica giusta da applicare, nel caso di dover eliminare delle chiazze di questo microrganismo particolarmente resistente che appartiene alla estesa famiglia dei funghi, la bella stagione è il periodo più indicato.
E’ noto il fatto che le colonie di batteri che costituiscono la muffa, sono decisamente resistenti e creano molti problemi per essere eliminate da qualsiasi superficie dal momento che penetrano al loro interno, indipendentemente dal fatto che questo sia un intonaco oppure un silicone. E’ altrettanto notorio il fatto che sia per la sua formazione che per il suo sviluppo, le condizioni ambientali possono essere considerate molto incisive soprattutto se presente un significativo grado di umidità che, in virtù di una condizione termo-igrometrica idonea, facilitano lo sviluppo delle muffe.

Giugno, Luglio, Agosto muffa mia non ti conosco…ma attenti!

E’ durante la bella stagione che la muffa si rivela più debole del resto dell’anno in quanto il calore, la riduzione delle piogge e l’assenza di una evidente escursione termica tra esterno ed interno, non favoriscono la crescita di questo batterio. In questo periodo, tra l’altro, viene generalmente scelto come quello ideale per tinteggiare le pareti di casa soprattutto in presenza di macchie di muffa. Una vernice appositamente indicata per essere un antimuffa naturale, insieme ad un trattamento specifico preliminare e ad una ideale areazione dell’ambiente, può apparire sufficiente a molti per risolvere il problema.
Tutto questo è un falso ideologico! Infatti non si prende mai in considerazione del grado di umidità presente nell’aria anche durante l’estate che, seppur in modo poco appariscente, continua ad alimentare la muffa presente.

Anzi, è proprio nelle giornate più calde dove il tasso di umidità si aggira tra il 75 ed il 95% a essere quelli più favorevoli alla diffusione della muffa. Inutile sottolineare il fatto che anche l’escursione termica che si verifica in inverno e che alimenta la condensa negli ambienti chiusi e mal areati, è un altro fattore di sviluppo della muffa.

Il periodo giusto è…

E’ possibile affermare che ogni periodo dell’anno è adatto per un trattamento antimuffa che si rivelerà più efficace quando le condizioni termo-igrometriche siano costanti e dove sia il livello della temperatura che quello relativo all’umidità, siano ‘normali’ e privi di eccessi. Sul sito muffaway.it  è possibile scoprire delle informazioni utili per quanto concerne il come eliminare la muffa e quali sono i migliori trattamenti antimuffa naturali.

E’ bene ricordare il fatto che le colonie di muffa sono composte da batteri nocivi che, oltre a deturpare l’immagine dell’ambiente dove si forma, è foriera dell’origine di molti malesseri e malattie che vanno ad inficiare la salute di tutti coloro che respirano l’aria contaminata.

Lascia un commento