Condizionamento e riscaldamento

Scelte ecologiche e risparmio energetico: ecco i consigli

Contenuto curato da energetico

Il risparmio energetico sulla bolletta domestica è uno dei sogni che tutte le famiglie (e non solo) vorrebbero realizzare, ma è anche una preziosa occasione per rispettare l’ambiente grazie a utili scelte ecologiche. Nonostante sembri difficile da concretizzare, ci sono dei criteri e dei consigli da seguire per raggiungere entrambi gli obiettivi. Spesso per risparmiare e rispettare l’ambiente si pensa che l’unico modo sia quello di utilizzare meno corrente elettrica, ma non è così, il segreto è imparare a utilizzarla al meglio.

Come? Vediamolo nel dettaglio con alcuni consigli anche se c’è un dettaglio molto prezioso da rispettare sempre: evitare gli sprechi.

1. Il primo consiglio è quello di non sprecare luci accese se non ci si trova in stanza. È fondamentale non dimenticarlo e imparare a gestire l’illuminazione in casa. Meglio se per tutte le stanze si decide di optare per le lampadine a basso consumo o quelle più moderne a Led.

2. Fare attenzione alle fasce orarie. È consigliato avviare gli elettrodomestici come lavatrici e lavastoviglie ma non solo, dalle 19 alle 7 in modo da garantire un vero risparmio perché in fascia di basso consumo. Da evitare assolutamente la fascia oraria più costosa che è quella che va dalle 8 alle 19 nei giorni feriali. Durante il weekend i costi per l’utilizzo di energia elettrica sono più contenuti anche nelle ore diurne.

3. Non lasciare gli elettrodomestici in stand by. Anche se non sono effettivamente in uso, quando la luce indica che gli elettrodomestici sono accesi (questo accade solitamente per pc, televisioni, modem e molti altri) significa che alla fine del mese sulla bolletta un minimo di spesa in più ci sarà. Meglio spegnerli anche per rispettare le scelte ecologiche.

4. Imparare a utilizzare i condizionatori. Molto spesso chi decide di acquistare i condizionatori non sa utilizzarli nel giusto modo, cosa che comporta uno spreco inutile di energia elettrica che non è consigliato per il rispetto dell’ambiente, ma neanche per i costi della bolletta. Il modo giusto per utilizzare i condizionatori è assolutamente con le finestre chiuse in modo che l’aria calda non entri e quella fredda non esca, rendendo così inutile la funzione dello strumento.

5. Attenzione alla classe energetica degli elettrodomestici. Si consiglia di acquistare quelli di classe A++, più costosi degli altri al momento dell’acquisto, ma più economici per la bolletta e più rispettosi dell’ambiente. Perché spendere e inquinare di più quando ci sono possibilità semplici per non farlo?

Il consiglio: i condizionatori portatili

Un’idea molto interessante per rispettare il connubio risparmio e scelte ecologiche, per chi ama avere aria fresca in casa quando le temperature esterne sono troppo alte, è quella di optare per i condizionatori portatili, particolarmente adatti a case di grandi metratura in cui applicare strumenti in tutte le stanze sarebbe un dispendio economico cospicuo e in palazzi antichi in cui non è possibile posizionare i motori all’esterno. Uno dei numerosi vantaggi di questo tipo di condizionatore è sicuramente quello economico, costano infatti meno rispetto a quelli fissi oltre a poter essere trasportati in qualsiasi stanza della casa senza troppi sforzi permettendo così di rinfrescare l’angolo che più si preferisce. Da non sottovalutare, inoltre, che non richiedono costi di installazione.

Lascia un commento