Condizionamento e riscaldamento

Contatore del gas: cosa succede se non si provvede alla lettura?

Contenuto curato da energetico

Se la bolletta del gas ti sembra esagerata ed inizi ad edere dei forti dubbi sul calcolo dei consumi, una delle prime cose da fare è controllare il contatore e accertarsi che tutto sia nella norma. Oppure si potrebbe chiedere alla società che fornisce il servizio gas di controllare essa stessa una verifica del contatore. Non è da escludere però, l’ipotesi che la bolletta del gas sia troppo alta a causa di un non corretto calcolo consumi.

I consumi, d’altra parte, non sono calcolati sugli scatti effettivi del contatore ma (spesso e volentieri accade) sulla base di presunti calcoli. le società che forniscono il servizio gas, nei contratti prevedono che la bolletta si determina in quattro tipologie:

  • In base ai consumi stimati;
  • In telelettura;
  • In autovettura dell’utente;
  • In base ai consumi effettivi, se il distributore ha effettuato la lettura.

Tutte le tipologie, esclusa la prima, garantiscono una lettura effettiva del contatore che viene eseguita dall’utente stesso o dal tecnico abilitato e incaricato. Ciò dovrebbe escludere ipotetici errori di calcolo (salvo se è presente un mal funzionamento del contatore).

Ma se il tecnico incaricato non passa oppure non trova nessuno in casa, il consumo può essere determinato secondo la natura dell’immobile, dalla dimensione, dall’uso, dal numero di componenti della famiglia e, in particolare, dalle bollette pretendenti.

Per eseguire i dovuti conguagli, almeno una voltar all’anno, si deve effettuare la lettura del contatore da parte di un delegato della società che fornisce il gas.

Lettura contatore: ogni quanto avviene?

A garantire il controllo dei consumi tramite la lettura del contatore è la ditta che distribuisce il servizi del gas. Questo vale sia per contratti che hanno stabilito che le bollette siano determinate in base ai consumi stimati, sia per i presunti, sia per l’autovettura. Nel caso il contatore si trovi all’interno dell’immobile, il proprietario deve necessariamente collaborare a far si che avvenga la lettura da parte dei tecnici dell’impresa gas. La mancata collaborazione comporta una multa di circa 25 euro.

Ogni quanto deve essere effettuata la lettura del contatore?

  • Per le nuove forniture, la prima lettura deve avvenire entro 6 mesi dall’attivazione.
  • Per gli utenti con consumi annui standard superiori a 5.000 metri cubi: una volta al mese.
  • Per gli utenti con consumi annui standard da 501 a 5.000 metri cubi: almeno 2 volte l’anno, con un intervallo massimo di 7 mesi e minimo di 3 mesi fra due tentativi consecutivi.
  • Per gli utenti con consumi annui standard fino a 500 metri cubi: almeno una volta ogni anno, con un intervallo massimo di 13 mesi e minimo di 6 mesi fra due tentativi consecutivi.

Lascia un commento