Sostenibilita

Agevolazioni Irpef – Detrazioni fino al 75% su ristrutturazioni per una casa eco-sostenibile

Contenuto curato da energetico

Oggi avere una casa a risparmio energetico è diventata una necessità, se non un obbligo. Oltre a garantire costi notevolmente ridotti in bolletta, una casa ecologica ha un minore impatto sull’ambiente, obiettivo verso il quale molti comuni si stanno orientando da tempo. L’Ecobonus elargito dall’Irpef ha lo scopo di incentivare le modifiche strutturali di appartamenti o case indipendenti in grado di migliorare il consumo energetico e la dispersione dell’energia stessa. L’incentivo è valido ancora per i prossimi mesi del 2017. L’ultimo aggiornamento risale al 12 settembre 2017 e ha portato a tante importanti novità:

  • Le detrazioni sono state prorogate fino a fine anno
  • La percentuale di detrazione per opere di riqualificazione energetica è aumentata
  • Lo spettro dei beneficiari del diritto alla detrazione si è ampliato
  • Gli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali possono godere delle detrazioni(tramite cessione del credito).

Quest’ultima in particolar modo rappresenta senza dubbio l’introduzione più importante. Ma quali tipi di interventi si possono\devono effettuare affinché un appartamento si a risparmio energetico? Si possono includere tra gli interventi strutturali, in primis, tutte le attività finalizzate ad un efficiente isolamento termico; tra queste sono dunque comprese la coibentazioni, la posa di pavimenti isolanti, finestre e infissi a buona tenuta. Sono da considerare come ottimo investimento per il futuro le installazioni di pannelli solari e sistemi di cogenerazione utili alla produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università. Per questo intervento sono previsti bonus fino a € 60.000,00. Sempre nell’ambito dell’energia e del riscaldamento\raffreddamento della casa sono soggetti a detrazioni gli interventi per la sostituzione degli impianti di climatizzazione e l’installazioni di dispositivi multimediali ad alta tecnologia per il controllo degli impianti di riscaldamento. Il contribuente che si è imbattuto in uno degli interventi di ristrutturazione sopraindicati riceverà l’erogazione dell’Ecobonus 2017 solo a seguito della presentazione di una serie di documenti (entro 90 giorni dal termine dei lavori):

  • dichiarazione esplicita del tecnico o del direttore dei lavori
  • certificazione energetica dell’immobile o attestato di qualifica energetica predisposto da un professionista
  • attestato di partecipazione ad un corso di formazione per l’auto-installazione di pannelli solari

Nella guida completa dell’Agenzia delle Entrate sono chiariti tutti gli aspetti del progetto, comprese le novità apportate dal DL 50/2017. Si parla molto spesso di salvaguardia ambientale e di assumere uno stile di vita sostenibile sotto ogni aspetto. Ci vorrà ancora del tempo prima che tutte le amministrazioni del Paese – e dell’intero pianeta – portino a risultati concreati; ma per far si che si realizzino è necessario che ogni individuo sia consapevole del fatto che ogni più piccola scelta va fatta con coscienza e piena consapevolezza degli effetti che essa potrà avere sull’ambiente e sul futuro di tutti noi, nonché delle generazioni future. Articolo offerto da: Alpa Ristrutturazione Roma

Lascia un commento