Sostenibilita

Auto elettriche: sostenibilità ed innovazione

Contenuto curato da Laura Musig

Da tempo si parla delle vetture elettriche come le auto del futuro, ma rappresentano una realtà molto concreta già oggi. Indubbiamente è presto per dire che l’Italia sia pronta a questo cambiamento epocale, poiché nel 2017 la vendita di queste vetture ha rappresentato solo lo 0,2% di tutto il mercato automobilistico. Tuttavia, come ci spiega l’autofficina Autronica specializzata in auto elettriche ad Udine, nei prossimi anni è prevista una crescita esponenziale della vendita di queste vetture, anche grazie alle innovazioni tecnologiche. In Italia qualcosa si sta muovendo, considerando che ad oggi circolano circa 21.000 auto elettriche sulle nostre strade. Il confronto con la Germania, dove le vetture elettriche circolanti sono 285.000, ci fa capire che l’Italia però è ancora molto indietro. Tuttavia è tangibile la crescita delle immatricolazioni di auto BEV (completamente elettroniche) e auto PHEV (ibride).

Uno dei problemi che bloccava la diffusione delle auto elettriche era anche la penuria di colonnine di ricarica. Ebbene anche questo dato è in costante evoluzione. Alla fine del 2014 si contavano circa 1.350 stazioni di ricarica, mentre nel 2015 ce n’erano quasi 2.000. Inoltre si stanno diffondendo anche le stazioni “High Power”, che garantiscono una velocità di ricarica ancora più elevata. La diffusione delle colonnine è un incentivo alla diffusione delle auto elettriche, il cui uso ad oggi è limitato alla città anche a causa della mancanza di stazioni di ricarica.

Dall’Opel alla Toyota, dalla Chevrolet alla Kia, dalla Ford alla Volkswagen, ecc.: tutte le principali case automobilistiche stanno volgendo lo sguardo verso le auto elettriche, che rappresentano indubbiamente le vetture del futuro e forse anche del presente. Nel 2015 in tutto il mondo si contavano un milione di auto elettriche, numero che è addirittura raddoppiato nl 2016. Il paese più virtuoso è la Norvegia, dove il 30% del mercato è costituito da auto elettriche. Segue l’Olanda con il 6% e la Svezia con il 3%. Bene anche la Gran Bretagna, la Cina e la Francia dove si contano 3 auto elettriche ogni 200.

Secondo il Rapporto sul settore trasporti dell’Ocse nel 2040 si calcola che, grazie ai miglioramenti tecnologici ed alle politiche di sostegno correlate a questo mercato, potrebbero circolare in tutto il mondo ben 150 milioni di vetture elettriche. Ad esempio nella sola Cina ci potrebbero essere più di 60 milioni di auto elettriche. Si tratterebbe di una vera rivoluzione nel settore automobilistico, ma non solo. Le auto elettriche ridurrebbero al minimo l’impatto ambientale, limitando l’inquinamento atmosferico per un pianeta più sano e pulito.

Lascia un commento