Sostenibilita

Bici elettrica: una scelta vantaggiosa

Bici elettrica
Contenuto curato da energetico

La bici elettrica è una scelta che sempre più viene presa in considerazione dalle persone che hanno la necessità di spostarsi in città per compiere le proprie commissioni ma anche in campagna, in montagna o in riva al mare. La bici elettrica, rispetto ad una normale due ruote con i pedali, ha in più un motorino e una batteria ricaricabile dotata di una determinata autonomia. Quando la batteria si scarica del tutto, è possibile continuare ad usare la bicicletta durante il tragitto, come qualunque altra normale bici. Una volta tornati a casa, la batteria può essere caricata con un caricabatterie via cavo, proprio come avviene con la batteria di un cellulare o altri dispositivo. Ma adesso proviamo a scoprire insieme quali sono i principali aspetti positivi derivanti dall’utilizzo della bici elettrica.

Gli aspetti positivi della bici elettrica

Utilizzare la bicicletta elettrica fa bene alla salute, in quanto l’utilizzatore ha la possibilità di svolgere un’attività aerobica che in primis mette di buonumore e allo stesso tempo produce degli effetti positivi per l’attività cardiovascolare.
Sulla base delle proprie esigenze, è possibile stabilire lo sforzo a cui ci si vuole sottoporre quando si utilizza una bici elettrica. Grazie a questa funzione è possibile quindi personalizzare il suo utilizzo, tenendo conto dei propri bisogni ma anche delle caratteristiche fisiche che riguardano il proprio profilo personale.
Quindi, per esempio, se si decide di andare al lavoro con la bici elettrica, si ha la possibilità di stabilire fin dall’inizio lo sforzo fisico che si intende affrontare e le sue conseguenze, come la sudorazione per effetto del movimento fatto durante il tragitto. Una volta stabilito quanto si vuole pedalare, si può evitare di arrivare a destinazione bagnati di sudore.
Un altro aspetto, di non poco conto, infine è quello di natura economica. Infatti, in una società che oramai è da sempre alle prese con il costante rincaro del carburante, sembra una soluzione quasi indispensabile quella di utilizzare la bici per cercare di far quadrare il bilancio e arrivare a fine mese.
Se avete delle curiosità che riguardano il mondo dell’innovazione e della tecnologia(e non solo), vi consigliamo di visitare il blog Interrogati cliccando qui.

Bici elettrica: alcune curiosità dal mondo

Un’azienda francese, al fine di spingere i consumatori ad acquistare le bici elettriche, ha pensato di costruire dei modelli ispirandosi alla prestigiosa moto americana, l’ Harley-Davidson. L’obiettivo dell’azienda produttrice, la Rayvolt, è quello di fare rivivere le stesse emozioni di chi ha la fortuna di guidare una vera Harley-Davidson, vestendo i panni dei motociclisti ma senza dover sopportare i costi che comporta la gestione di una moto di quel tipo. La Rayvolt Bike, curata in ogni minimo dettaglio, si avvicina davvero tanto alla ben più blasonata moto americana ma in compenso presenta dei costi accessibili (a partire da 2.600€), consentendo a chiunque di averne una e di godersi tutti i benefici tipici di una bici elettrica di cui abbiamo parlato qualche rigo sopra. Raggiunge i 50 km orari ed ha un’autonomia molto lunga: ci sono modelli che addirittura possono percorrere con una sola carica fino a 120 Km.

Lascia un commento