Bioedilizia

Bioedilizia: avere una casa autosufficiente in città

Contenuto curato da energetico

È possibile vivere in una casa autosufficiente? Posso essere autonomo per quanto riguarda la produzione di energia e lo smaltimento dei rifiuti? Ebbene sì! Si può vivere in una casa autosufficiente anche in città.

Un edificio 100% autosufficiente: il progetto dello Zero Emission Building

Il primo esempio di casa totalmente autosufficiente è stato realizzato in Norvegia, nella città di Larvik, con la cosiddetta Zero Energy House. L’abitazione è dotata di pannelli solari per la produzione di energia e il riscaldamento è affidato ad un impianto geotermico. Sfruttando i principi dell’edilizia passiva è oggi possibile costruire edifici ed abitazioni capaci di ridurre notevolmente il consumo energetico necessario al loro funzionamento.

Un obiettivo, quello della costruzione di case totalmente autosufficienti, sempre più vicino. Come tutte le grandi imprese, anche l’autonomia energetica può essere raggiunta anche attraverso piccoli passi. Piccoli gesti che, se non garantiscono la totale autonomia energetica della nostra casa, possono però certamente contribuire a limitare gli sprechi, ridurre i consumi ed migliorare l’efficienza energetica della nostra casa.

Sulla strada dell’ecologia: vivere rispettando l’ambiente

Vediamo quali sono le azioni e gli interventi che ci permettono di ottimizzare i consumi della nostra casa:

  • Realizzare un buon isolamento. Realizzare un buon isolamento di pareti, pavimenti e soffitti è il primo passo per migliorare notevolmente l’efficienza energetica della nostra abitazione. Una casa ben isolata, infatti, limita la dispersione di calore, riducendo quindi i consumi necessari per ottenere il giusto comfort ambientale.
  • Istallazione di pannelli solari o fotovoltaici. I primi consentono produrre acqua calda sfruttando l’energia trasmessa dai raggi del sole; i secondi, invece, usano lo stesso principio per produrre energia elettrica.
  • Raccolta delle acque. La corretta gestione delle acque in un edificio può influire senza dubbio sui consumi di queste. Dotarsi di un sistema di raccolta dell’acqua piovana, oltre a garantire una riserva in caso di scarsità, permette di ridurre i costi sempre maggiori dell’approvvigionamento idrico. Nelle abitazioni residenziali, circa la metà del fabbisogno giornaliero di acqua può essere coperto ricorrendo all’utilizzo di acqua piovana.
  • Coltivare gli ortaggi. Avete la passione per il giardinaggio? Se disponete di uno spazio esterno, che sia un giardino ma anche più semplicemente un terrazzo o un balcone, potete utilizzarlo per la coltivazione di ortaggi. Pomodori, insalata e melanzane possono essere coltivati in vaso, così come le erbe aromatiche. Alcune di queste, inoltre, rappresentano anche un valido aiuto per tenere lontani gli insetti dalle nostre case. Erba cipollina, salvia, alloro e basilico emanano un odore considerato sgradevole da alcuni insetti che dunque si tengono ben lontani.

Lascia un commento