Sostenibilita

Capodanno a Sidney : la città più sostenibile entro il 2030

Contenuto curato da energetico

Il capodanno a Sidney viene indicato da molti come uno dei più belli, spettacolari ed affascinanti al mondo sia perchè la città vanta ogni anno un’incredibile capacità di organizzazione dell’evento, sia perché l’ultimo giorno dell’anno a Sidney ci si trova in piena estate. L’enorme efficienza offerta dall’intera città per concedere ai turisti la possibilità di godersi questo spettacolo la rende dunque la meta ideale per trascorrere un Capodanno diverso dal solito e per assistere al formidabile evento dei fuochi di artificio nella baia di Sydney.

Il Capodanno a Sidney: un evento per tutti

Se si ha la possibilità, bisogna non lasciarsi assolutamente sfuggire l’opportunità di partecipare ad uno dei Capodanni più belli e famosi al mondo: il Capodanno di Sydney. Ogni anno per questo imperdibile evento giunge nella città circa un milione di persone, il che vuol dire un aumento della popolazione del 20%. Con un aumento del genere qualsiasi altra città al mondo andrebbe in tilt, ma non Sydney. La città, infatti, gestisce questo evento in modo straordinario e con un efficienza davvero invidiabile. Essendo ben organizzato, l’evento risulta essere tranquillo, sicuro e dall’atmosfera davvero piacevole. I mezzi di trasporto vengono notevolmente intensificati per permettere a tutti, cittadini e visitatori, di muoversi con molta facilità e le strade sono piene di membri del personale della sicurezza e di forze dell’ordine che regolano il traffico e che sono pronte a segnalare ai visitatori tutti i servizi offerti sul territorio. In questo modo ci si sente sicuri ed il governo tiene la situazione perfettamente sotto controllo. Per ottenere i visti Australia per turisti e recarsi nel paese per assistere allo spettacolo del Capodanno, bisogna farne richiesta online compilando il modulo con tutti i dati necessari. Prima di tutto però bisogna scegliere quale tipologia di visto occorre, poichè vi sono tre tipi di visto turistico: l’Eta, il Visto turistico e l’e-visitor. Inoltre è importante ricordare che Sidney è la prima città in cui la bioedilizia è realtà grazie al progetto Sustainable Sydney 2030, un importantissimo progetto che ha come obiettivo la sostenibilità ambientale.

Cos’è il Sustainable Sydney 2030?

La città australiana di Sydney, una delle più multiculturali al mondo, ha deciso nel 2008 di porre in primo piano il problema della sostenibilità ambientale mettendo in atto un programma di riforme ambientali e sociali con importanti misure di taglio alle emissioni, di potenziamento del trasporto pubblico e di riqualificazione urbanistica delle città, proponendosi di restituire i parchi cittadini e l’intera baia alla popolazione e agli animali che vivono in queste zone. Il piano si basa su sviluppo sostenibile ed innovazione, lotta ai cambiamenti climatici, riqualificazione del centro, potenziamento dei trasporti pubblici e della rete di piste ciclabili ed edificazione di nuove case popolari da assegnare alle fasce di popolazione più in difficoltà. L’obiettivo più ambizioso è quello di arrivare ad un taglio del 70% per le emissioni di gas serra entro l’anno 2030; almeno il 30% della produzione verrà preso da fonti di energia rinnovabile. I consumi verranno diminuiti sostituendo le luci pubbliche con le lampade a led ( più di 2500 già sono state collocate con una conseguente riduzione delle emissioni del 27% e con un risparmio di circa 500 mila euro all’anno) e la maggioranza degli edifici pubblici è stata già dotata di pannelli solari. Anche alcune industrie private, (circa 600 imprese) attraverso il piano Smarti Green Business varato dal governo hanno deciso di diminuire la produzione dei rifiuti e di spreco di energia ed acqua per uno sviluppo sostenibile ed un consumo più consapevole.

Lascia un commento