Sostenibilita

Fibra di cellulosa, l’Abc dell’isolamento termico

Contenuto curato da energetico

Il compito dell’isolamento è quello di garantire comfort e benessere all’interno di un’abitazione. La copertura di quest’ultima, infatti, è senza dubbio definibile come un elemento critico poiché può essere fonte di dispersione del calore. La fibra di cellulosa è l’ideale per una coibentazione ad hoc: tra le sue principali caratteristiche ci sono un’altissima versatilità, la possibilità di ottenere un risparmio energetico importante e una procedura di installazione molto rapida.

E’ un materiale isolante tutto da scoprire, che viene ricavato dalla trasformazione e conseguente reimmissione in circolo di carta di qualità – quella dei quotidiani invenduti, resi in serata dalle edicole – con un alto contenuto di legno. Questa carta subisce un procedimento iper tecnologico, che prevede l’aggiunta di una certa quantità di additivi e sali minerali. Nel corso di questa procedura, che dona al materiale la capacità di scongiurare la comparsa di muffe e quella di resistere al fuoco, si aspirano poi le particelle di polvere in eccesso così da trasformare quella stessa ormai ‘ex’ carta in fiocchi di cellulosa altamente elastici.

Una sfida di sostenibilità ambientale

La fibra di cellulosa è un isolante naturale ad alta traspirazione, in grado di assorbire l’umidità per rendere l’area più secca. E, viceversa, di rilasciarla se l’ambiente diviene meno umido: un modo per favorire la salubrità e il benessere complessivo di chi in quegli stessi spazi vive o lavora. Una sfida nel nome dell’ecosostenibilità, che sfrutta le potenzialità e le caratteristiche termiche del legno dal quale questo materiale deriva. La cellulosa, perfetta anche per assicurare un buon isolamento acustico, sta conoscendo un boom di consensi nell’ambito della bioedilizia per il suo essere altamente performante e a ridotto impatto ambientale: un materiale che permette di realizzare soluzioni interessanti e innovative oltre che ecosostenibili, in risposta a quello che è un mantra dei tempi moderni.

Una soluzione che dura nel tempo

La durata nel tempo è un’altra caratteristica che rende interessante la scelta della fibra di cellulosa: un’invenzione che ha attraversato due secoli, nata in America all’inizio dell’Ottocento. La moderna tecnologia ha affinato quella che era già una tendenza in origine, permettendo di perfezionare le capacità di resistenza. Il segreto sta nella procedura di creazione del prodotto, che vede l’aggiunta di sali minerali in grado di conferire resistenza a muffe, fuoco, acqua e all’attacco dei roditori. E’ possibile realizzare l’isolamento degli edifici con insufflaggio di cellulosa in moltissimi casi, dalle costruzioni di nuova realizzazione ai capannoni, dai condomini a un singolo appartamento. E, in quest’ultimo caso, è utile sapere che c’è la possibilità di isolare anche singoli spazi abitativi.

I vantaggi di scegliere questo materiale

Questo sistema per l’isolamento termico e acustico degli edifici è economico ed efficace, basta pensare che è sufficiente un solo giorno per realizzare l’intervento. Il materiale è traspirante e in grado di regolare l’umidità e la temperatura nell’ambiente interno, con un risparmio in bolletta che può essere notevole. Permette poi di migliorare anche il valore della casa perché migliora la sua classe energetica, inoltre è ecosostenibile (la fibra di cellulosa è riciclata e riciclabile). Infine è un materiale leggero, pulito ed è possibile usufruire di detrazioni fiscali per l’intervento di isolamento.

Lascia un commento