News

Qual è la migliore interfaccia modulare a relè?

Contenuto curato da energetico

Una interfaccia a relè Finder è una combinazione di zoccoli e relè a stato solido SSR o elettromeccanico EMR. Questo tipo di soluzione viene impiegata, nella maggior parte dei casi, per interfacciare un carico di qualunque genere, come un motore, e un PLC o un altro sistema di controllo. Non tutti i carichi, infatti, possono essere pilotati in modo diretto dai PLC, per esempio perché la loro alimentazione è differente, oppure per una questione di portata. I vantaggi che vengono assicurati dai relè Finder sono molteplici, sia in virtù del loro costo contenuto, sia grazie alle loro dimensioni modeste: ecco perché tali interfacce si dimostrano estremamente versatili e si prestano a una grande varietà di applicazioni.

Dove acquistare i relè Finder

Per comprare i relè Finder ci si può rivolgere al rivenditore ufficiale Tecneko, brand piemontese leader nel settore dei prodotti elettronici e dei relè elettromeccanici. Il magazzino di Imola è a disposizione di tutti i clienti, ma chi lo desidera può optare, in alternativa, per la consegna a domicilio, che viene garantita in tutta Italia: un consulente commerciale di Tecneko fornirà tutto il supporto necessario per la definizione dell’ordine.

Le funzioni delle interfacce a relè

Sono numerose le funzioni degli zoccoli di una interfaccia a relè, anche se lo scopo principale consiste nel favorire un cablaggio del relè il più possibile agevole con terminali a vite o push in nell’ambito di un quadro elettrico. Un altro obiettivo, invece, è quello di garantire un aggancio alle barre DIN presenti molto semplice. I ponticelli accessori e i pettini, per altro, fanno in modo che i segnali comuni tra le varie interfacce beneficino di un collegamento più rapido. 

Come sono fatti gli zoccoli

Alcuni zoccoli si contraddistinguono per la presenza di un circuito di soppressione della corrente residua; esso interviene nel momento in cui vengono riscontrate delle correnti residue all’interno dei circuiti che sono in grado di compromettere l’adempimento delle funzioni da parte del relè. Ebbene, gli zoccoli gestiscono tali fasi. Ogni interfaccia si caratterizza per uno specifico codice prodotto, dal momento che esse possono essere vendute anche singolarmente. Nel caso in cui essi siano combinati, invece, è presente un codice prodotto che permette di identificare la combinazione stessa.

Il codice prodotto degli zoccoli

Non c’è solo il codice dello zoccolo, comunque: su ciascun elemento, infatti, è riportato anche il codice completo di tutta l’interfaccia (nella maggior parte dei casi, non sempre), insieme con i codici dei relè con i quali lo zoccolo può essere equipaggiato. Come ci si deve comportare, dunque, per verificare che la combinazione sia corretta? La soluzione più rapida ed efficace è quella che prevede di ricorrere all’elenco del catalogo più aggiornato. Per esempio, si prenda un’interfaccia su cui è presente un relè con un determinato codice. Prendendo in esame il relè, si nota che sotto il codice ci sono il simbolo di bobina e il simbolo DC, con il valore di tensione di ingresso e la tipologia di alimentazione che riesce a eccitare la bobina del relè. Accanto, invece, compaiono il simbolo AC e il simbolo del contatto: in questo caso non si tratta della tensione di alimentazione della bobina, ma dei valori elettrici di corrente e di tensione nominale che possono essere commutati dal contatto. 

I mini relè in una nuova versione

I mini relè per circuito stampato della serie 34 hanno ricevuto da Finder una miglioria più che significativa. Si è messo a punto, infatti, un processo di fabbricazione del tutto inedito, che risulta differente rispetto alla saldatura a ultrasuoni a cui si era soliti ricorrere. Si è passati, nello specifico, a una tecnica di saldatura laser più moderna, per la quale è stato necessario modificare i materiali plastici che di norma venivano adoperati per realizzare il prodotto nella sua parte esterna. Per effetto di questo cambiamento, anche i dati tecnici riportati sul prodotto possono essere visualizzati con più facilità. La scritta EMR (o SSR nel caso di relè stato solido) identifica tutti i mini relè per circuito stampato della serie 34 di nuova produzione, al fine di rendere più semplice il lavoro degli installatori e dei quadristi, soprattutto quando c’è bisogno di cambiare il relè nel quadro.

Lascia un commento