News

I sensori di movimento per la sicurezza della casa, ma anche per il risparmio

Contenuto curato da energetico

Ha senso parlare di luci accese tutta la notte fino al sorgere del sole inoltrato nel 2018? Probabilmente no, oggi dotarsi di strumenti che permettono di illuminare gli esterni di una casa al solo movimento di una persona oppure al sopraggiungere del buio, è un gioco da ragazzi, a patto che si rispettino canoni di qualità. A ben vedere le luci non sono solo utili per l’illuminazione esterna ma anche per allontanare malintenzionati che potrebbero scegliere un’abitazione piuttosto che un’altra per la mancanza di luce. Coperti dal buio, i ladri si infiltrano nei giardini o nei balconi per forzare porte e finestre.

Lo sapevi che l’80% dei tentativi, più o meno riusciti, di scassinare una casa viene proprio dalle finestre o porte finestre? Il ladro nella maggior parte delle volte non rompe il vetro ma scardina la finestra.

Un Sensore di movimento crepuscolare svolge proprio queste funzioni, in sostanza accende la luce al passaggio di una persona, e se è collegato ad un sistema antifurto, protegge la casa azionando sirene ed avvisando i proprietari di casa.

L’utilizzo dei sensori di movimento crepuscolari offre il massimo della protezione e del risparmio se installati in maniera efficiente.

Come unire la praticità di posizionarli per il passaggio quotidiano e la protezione della casa? Tutto dipende dai punti di ingresso effettivi e potenziali. Va da se che le persone passino dalla strada più facile per accedere alla casa, in direzione porta di ingresso.

L’installazione dei sensori di movimento crepuscolari scoraggiano i ladri

La posizione migliore è sempre quella che non può essere raggiunta con facilità da un eventuale ladro, per questo motivo occorre cercare una zona alta più di 2 metri e mezzo che copra i passaggi laterali e non frontali. Con ciò si intende far prevalere le posizioni che non sono visibili dall’esterno ma che captano movimento in entrata.

Un sistema di antifurto moderno deve massimizzare la funzione di prevenzione, più che quella di intervento, poiché i danni derivanti dai tentativi di furto sono notevoli, specie se si dovessero ripetere di frequente. Le luci scoraggiano nella psiche di un ladro, molto di più di una sirena. Ciò succede perché il ladro percepisce il tempo in diverso modo. La sirena da la possibilità di continuare a tentare lo scasso, la luce invece rappresenta un pericolo imminente di venir scoperti da chi è dentro oppure dal sistema di sorveglianza.

Una potente luce è ciò di cui sono dotati i moderni sistemi di sorveglianza, sempre in abbinamento ai sensori di movimento crepuscolari che li azionino.

Una casa che il ladro ritiene attaccabile ha delle caratteristiche che la rendono tale. Un giardino di accesso è sempre un buon segnale poiché permette di agire indisturbati, coperti sia dal buio che dagli occhi dei vicini. Per questo motivo occorre che le siepi, che magari abbiamo pensato per difenderci dalle intrusioni, siano, o inospitali al rifugio oppure non così protettive da rendere una persona invisibile. Se abbiamo degli alberi, è buona cosa che si trovino lontani dal perimetro della casa, poiché i ladri li useranno come scala per il balcone.

Oltre a ciò occorre fare attenzione ai segnali pre furto che le bande di ladri usano per tener traccia dei movimenti di una persona. Scritte spray, numero civico cerchiato, un grumo di foglie, la cassetta della posta colorata sono segnali di furto imminente, prendiamo l’abitudine di guardare l’esterno della casa per captare stranezze e rimuoverle.

Lascia un commento