Ambiente

A sostegno della biodiversità – l’esperienza di DuPont

Contenuto curato da energetico

La valle di Tamón, nelle Asturie, Spagna, con un’estensione di 324 ettari, ha attirato numerose specie animali fino a quando l’insediamento di attività agricole intensive l’ha trasformata in un’area a bassa biodiversità, dominata da due vaste monoculture: campi e piantagioni di eucalipto. A testimonianza del proprio rispetto per il patrimonio locale, nel 1990 DuPont ha avviato la creazione di uno stabilimento industriale nella valle, un triangolo delimitato dalle città di Oviedo, Gijón e Avilés e attraversato dal fiume Alvares e dal suo affluente, La Fontanina, dedicandolo alla tutela dell’habitat naturale, della flora e della fauna locale.

Le attività industriali del complesso delle Asturie includono la produzione di fibre e di prodotti per la protezione dei raccolti agricoli. Il complesso ospita, inoltre, un ufficio finanziario e risorse umane che gestisce prevalentemente transazioni europee, un team di servizi di approvvigionamento e gruppi di supporto che offrono servizi di relazioni esterne, progettazione e consulenza in materia di ambiente salute e sicurezza all’intera struttura. Complessivamente presso questa struttura operano 1200 persone, tra dipendenti e personale esterno.

Il programma “sempre verde”
In collaborazione con l’università ed i gruppi della comunità locale, DuPont ha lanciato un programma di lungo termine mirato a incrementare la biodiversità e a tutelare le specie più a rischio, con l’obiettivo di rafforzare la licenza di operare dell’azienda e di generare risparmi.
Gli obiettivi sopra indicati sono stati perseguiti tramite quattro programmi specifici: ripristino dell’habitat, massima riduzione dell’impatto acustico e visivo, tutela e ripristino degli elementi culturali e manutenzione dei campi tramite l’allevamento di bestiame.

Ora giunto a termine, il programma di ripristino dell’habitat ha permesso di piantare oltre 160.000 alberi e arbusti di 52 varietà autoctone, ricreando habitat non più presenti, quali aree boschive monospecifiche e miste, zone umide, torbiere e aree a vegetazione ripariale.

DuPont ha utilizzato la terra risultante dai lavori di scavo per realizzare nuove colline o innalzare colline già esistenti, con l’obiettivo di limitare l’impatto acustico e visivo per la comunità locale. Per ottenere una migliore integrazione ambientale, il programma ha inoltre previsto di piantare alcuni alberi.
Prima dell’arrivo di DuPont nella valle, la comunità locale si occupava principalmente di attività agricole. Poiché le infrastrutture locali legate a queste attività, quali fattorie e case rurali, avevano una valenza affettiva e culturale per la comunità, DuPont ha deciso di tutelarle e restaurarle, a testimonianza del rispetto per il patrimonio culturale locale.

Manutenzione del sito
DuPont dispone di una vasta area verde, la cui manutenzione prevede anche un adeguato taglio del tappeto erboso. L’azienda ha deciso di garantire l’esecuzione di tale attività introducendo l’allevamento di bestiame, tra cui bovini, ovini, asini e cavalli appartenenti a razze indigene e da tutelare. Queste razze, in quanto perfettamente adattate al clima locale, garantiscono inoltre costi di allevamento più contenuti.
Il programma di DuPont nelle Asturie ha apportato notevoli vantaggi sia per l’azienda che per la comunità, quali ad esempio l’incremento della biodiversità. I nuovi habitat hanno attirato molti esemplari di varie specie (uccelli, uccelli acquatici, cinghiali e lontre). Tra gli habitat ripristinati spicca quello di La Furta: un’area lacustre e paludosa di 5,67 ettari che ospita un migliaio di uccelli acquatici, tra i quali figurano esemplari di alcune specie rare, e che attira gli appassionati locali di birdwatching. L’habitat ripristinato più di recente è stato una torbiera.

Oltre a ospitare stabilimenti chimici e vari centri di servizi che creano ricchezza e occupazione, l’area gestita da DuPont oggi è più ricca di fauna rispetto a 30 anni fa. DuPont ha avviato un progetto educativo ambientale che prevede visite guidate da esperti dell’area di La Furta con cadenza bisettimanale. Oggi il programma, pienamente operativo e gestito dalle autorità di Corvera, può vantare una media di 3000 visitatori l’anno.
Grazie a questo progetto, fattorie, case rurali, fontane, un mulino e un forno per calce sono stati restaurati, diventando parte integrante di un nuovo panorama industriale.

Il programma “sempre verde” ha inoltre apportato all’azienda vantaggi in termini di risparmio. Non solo ha ridotto del 90 per cento il potenziale impatto visivo delle strutture sulle comunità e sulle strade locali, ma ha inoltre consentito a DuPont di risparmiare 500.000 dollari tramite il riposizionamento di 100.000 metri cubi di terreno da escavazione, evitandone la rimozione. Un’altra fonte di risparmio deriva dall’utilizzo del bestiame per il mantenimento delle aree verdi e delle aree circostanti, che consente di ridurre i costi di manutenzione. Il programma, che tra l’altro prevede la vendita dell’eccedenza di bestiame, copre le esigenze di manutenzione dei 40,5 ettari di terreno che circondano le unità produttive.
Il progetto inoltre ha contribuito a rafforzare la cooperazione con i partner locali, quali ONG, amministrazioni, università e associazioni locali. Infine il progetto viene utilizzato come base di ricerca per lo studio di nuove tecniche e modelli.
Grazie all’esperienza maturata negli ultimi 30 anni nel ridurre il proprio impatto ambientale, DuPont, tramite i servizi di consulenza della Divisione Sustainable Solutions, offre alle aziende soluzioni con cui migliorare l’efficienza energetica, la produttività e l’affidabilità dei propri asset, l’impatto ambientale e la gestione degli investimenti, ottenendo ritorni sostenibili sulle attività e le risorse impiegate.

DuPont Sustainable Solutions è una delle 13 divisioni aziendali di DuPont. Offre ai clienti tecnologie e servizi globali integrati, apportando l’esperienza concreta acquisita da DuPont nella gestione delle proprie attività produttive, la sua storia di innovazione, i risultati nella risoluzione di problemi e la garanzia dei suoi marchi di successo. Aiuta le organizzazioni a trasformare la cultura aziendale e il posto di lavoro creando condizioni lavorative più efficienti e sostenibili per l’ambiente. Per maggiori informazioni, visitare il sito: www.sustainablesolutions.dupont.com
DuPont è un’azienda basata sulla scienza. Fondata nel 1802, DuPont utilizza la scienza per sviluppare soluzioni sostenibili, essenziali per una vita di migliore qualità, più sicura e salutare in tutto il mondo. Presente in oltre 90 paesi, DuPont offre una vasta gamma di prodotti e servizi destinati a differenti mercati, che includono agricoltura e alimentazione, arredamento e costruzioni, comunicazioni e trasporti.

Lascia un commento